A Termini Imerese, in provincia di Palermo, la Guardia di Finanza ha sequestrato 476 mascherine anti-covid al mercato cittadino. Le Fiamme Gialle hanno accertato che le mascherine, non rientranti nella categoria dei presidi medici, né dei dispositivi di protezione individuale, sono prive dei dati identificativi del produttore o distributore, in violazione della normativa nazionale sull’etichettatura e sulla sicurezza dei prodotti, contenuta nel Codice del Consumo. Il venditore è stato segnalato, dunque, alla competente Camera di Commercio per l’irrogazione della sanzione amministrativa, che varia da un minimo di 516 euro ad un massimo di 25.823 euro.

Rispondi