Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Catania, Marina Rizza, ha rinviato a giudizio nove docenti imputati nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Università bandita”, su presunti concorsi truccati nell’ateneo per l’assunzione di docenti, ricercatori, dottorandi e personale amministrativo. I reati contestati, a vario titolo, sono l’abuso d’ufficio, il falso e la corruzione per atti contrari ai propri doveri. Sotto processo saranno due ex rettori, i professori Francesco Basile e Giacomo Pignataro, e sette professori: Giuseppe Barone, Michele Cavallaro, Filippo Drago, Giovanni Gallo, Carmelo Monaco, Roberto Pennisi e Giuseppe Sessa.

Rispondi