“Apprendiamo delle dimissioni dei commissari liquidatori dei Consorzi Asi della Sicilia occidentale e orientale, rispettivamente Giovanni Galoppi e Achille Piritore, entrambi nominati dall’Assessore alle Attività produttive Turano. Si tratta dell’ennesimo fallimento del governo Musumeci. Allo sfascio pressoché totale amministrativo si aggiunge altro sfascio, in un crescendo cui, obiettivamente, non si riesce a vedere la fine”. Lo afferma il deputato del Movimento 5 Stelle all’Ars Luigi Sunseri, che in questi anni ha condotto uno studio dettagliato sulle partecipate regionali.

Sunseri prosegue il suo attacco e sottolinea: “Queste dimissioni sono l’ennesima plastica dimostrazione di un fallimento politico, amministrativo ed economico, percepito – stando agli ultimi fatti politici – anche dalla stessa maggioranza. Un elenco infinito di irregolarità e difformità che aggravano ulteriormente il quadro, già compromesso, di questa amministrazione”.

“Liquidazioni aperte da anni”

Prosegue il parlamentare 5 stelle: “Nel caso dei consorzi Asi, siamo di fronte a liquidazioni aperte da anni, ma mai concluse, inventari di liquidazione mai presentati (circostanza grave se si considera che questo rappresenta il primo adempimento a cui qualsiasi liquidatore è tenuto)”.

“Nessuna informazione dai commissari”

E conclude: “Come se non bastasse, all’Ufficio Speciale per la chiusura delle liquidazioni, nonostante le richieste da questo inoltrate, non sono mai pervenute dai commissari informazioni sullo stato delle liquidità o la stima delle passività di tutti i consorzi. Né all’ufficio speciale è pervenuta alcuna determina di liquidazione e per questo l’ufficio stesso ha ritenuto nulle quelle prodotte e di cui è venuto a conoscenza, in quanto, parrebbe, compiute in assoluta violazione di legge”.

blogsicilia

Rispondi