Il giudice monocratico del Tribunale di Palermo, Ivana Vassallo, ha Inflitto la condanna a 4 anni di reclusione, oltre al pagamento del risarcimento dei danni, e una provvisionale con un anticipo di 15.000 euro, nei confronti dell’ex collaboratore di giustizia Giuseppe Tuzzolino, accusato di calunnia e diffamazione in danno del suo ex legale, l’avvocato Salvatore Pennica. La pena è la stessa chiesta, a conclusione della requisitoria, dal pubblico ministero Claudio Camilleri.

Tuzzolino avrebbe accusato falsamente il legale agrigentino di avere custodito su suo incarico, nel 2013, supporti informatici contenenti rivelazioni definite “scottanti” su politica, malaffare e corruzione. Pennica, che si è costituito parte civile ed è stato assistito dall’avvocato Francesco Mirabile, si vide arrivare la squadra Mobile e la Dda nelle sue abitazioni, e nel suo studio, alla ricerca di supporti informatici, mai trovati perchè neppure esistevano.

Rispondi