Sono 47 i tunisini a bordo di un barchino approdati, in maniera indisturbata, su una spiaggia di Siculiana. E’ accaduto all’alba di domenica. Appena toccato l’arenile i migranti, in piccoli gruppi, si sono sparpagliati. Quasi tutti, poi, avvistati, e bloccati lungo la strada statale 115, dalle pattuglie di carabinieri, guardia di finanza e polizia. Si stavano dirigendo verso il centro di Agrigento.

Un paio di gruppetti, invece, stavano percorrendo la Statale dalla parte opposta, verso Ribera. I migranti sono stati portati alla tensostruttura della Protezione civile, accanto al porto di Porto Empedocle, dove sono stati identificati, e sottoposti ai controlli sanitari, e al tampone rapido per la diagnosi del Covid-19.
Altri 31 migranti sono invece sbarcati nella notte a Lampedusa. Il primo barchino con 16 persone a bordo, tra cui 2 donne, è stato intercettato dal pattugliatore della Guardia di finanza a circa 11 miglia dall’isola. Poco più tardi sono approdati autonomamente 15 tunisini, bloccati al molo commerciale, dalle Fiamme gialle. Tutti quanti, dopo una prima visita sanitaria, sono stati trasferiti all’hotspot di contrada “Imbriacola”.

Rispondi