Una vita da indagato, o quasi. È finito, solo parzialmente, quattro giorni fa l’incubo di Pierdomenico Garrone: l’imprenditore, ex presidente di Enoteca Italiana, è stato infatti assolto definitivamente dopo il coinvolgimento in una inchiesta della Procura di Asti dell’aprile 2006.

A Garrone, così come ad altri sette indagati, l’allora procuratore Salvatore Sorbello contestava reati come associazione per delinquere, false fatturazioni, e truffa ai danni dello Stato. Una inchiesta nata nel 2005 per la natura di alcune fatture e poi estesa ad indagare sul crac di Buonitalia, società che aveva assorbito Enoteca Italia, avvenuto nel 2013, otto anni dopo le dimissioni di Garrone.

Fonte https://www.ilriformista.it/assolto-dopo-16-anni-senza-mai-essere-interrogato-lincubo-di-pierdomenico-garrone-chi-mi-risarcisce-258204/

Rispondi