Un bacio gli è costato una condanna penale: il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Micaela Raimondo, a conclusione del giudizio abbreviato, ha inflitto 10 mesi e 20 giorni di reclusione a Mario Casà, 47 anni, imputato di violenza sessuale allorchè il 21 agosto del 2020 avrebbe baciato contro la sua volontà una ragazza di 21 anni vicina di casa. Lei ha confermato l’accusa in occasione dell’apposito incidente probatorio richiesto dal pubblico ministero Gloria Andreoli.

Rispondi