Inceneritori: stop dal Consiglio dei Ministri. “La Regione siciliana è ormai l’unica al mondo a volerli, ma questi dinosauri della gestione dei rifiuti devono ormai abbandonare questa strada ed entrare in questo millennio con l’economia circolare”. A dichiararlo Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge sulla Concorrenza. Cassata la norma contenuta nell’articolo 12 che prevedeva un’accelerazione dell’iter autorizzativo per i nuovi inceneritori per lo smaltimento dei rifiuti.

Il governo Musumeci – commenta Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia – prenda atto del fatto che gli inceneritori non li vuole nessuno. La Regione siciliana è ormai l’unica al mondo a volerli, ma questi dinosauri della gestione dei rifiuti devono adesso abbandonare questa strada e intraprendere, senza perdere ancora del tempo prezioso, la via dell’economia circolare con il potenziamento della differenziata e la realizzazione di impianti per chiudere il ciclo dei rifiuti”.

I due termovalorizzatori

A giugno il governo Musumeci aveva pubblicato l’Avviso per la progettazione, costruzione e gestione di 2 termovalorizzatori, chiamati da Musumeci “termoutilizzatori“. Sorgeranno una in Sicilia occidentale e l’altro nella zona orientale. Ad agosto non si fece avanti nessuno e il bando fu prorogato al 2 novembre, per dare più tempo alle imprese interessate a presentare un’offerta. A breve si attendono novità quindi.

blogsicilia

Rispondi