Accertamenti sono stati disposti dal Procuratore della Repubblica di Sciacca, Roberta Buzzolani, nel merito delle conseguenze della violenta ondata di maltempo che ha devastato il territorio saccense. Sono due i sostituti impegnati nei sopralluoghi nelle zone più colpite dall’alluvione, insieme ai Carabinieri, personale della Protezione civile e Vigili del fuoco. La Buzzolani precisa: “Al momento non c’è ancora un’ipotesi di reato. La formuleremo eventualmente al termine delle verifiche”. La bomba d’acqua ha provocato l’esondazione di due torrenti, frane e smottamenti, con pesanti conseguenze anche per alcuni edifici. La zona più colpita è stata la via Lido, dove un muro di contenimento non ha retto alla furia dell’acqua schiantandosi su un palazzo adiacente che è stato evacuato. Ancora nella stessa via una frana ha interessato anche le fondamenta di un altro edificio. Sono una ventina le persone fuori casa al momento, ospiti di parenti o in strutture ricettive.

Rispondi