Madonie sofferenti, scarsa viabilità e servizi pubblici pietosi,

però hanno l’Abies nebrodensis

e gli agrifogli giganti.

Naturalisti ed esperti, rappresentanti di Parco e Forestale si sono incontrati stamane a Castelbuono, presso il Museo naturalistico delle Madonie, per un progetto sulle strategie di conservazione in situ delle biodiversità vegetali storiche madonite.

Intanto daini e cinghiali coltivano il degrado. Devono mangiare. Così anche i politici e gli oratori in passerella…

Ignazio Maiorana

Rispondi