A Palermo oltre 5,5 tonnellate di gas in bombole, stipate all’interno di 2 container provenienti dalla Cina e destinate ad una società di Marsala, sono state sequestrate dai funzionari dell’Agenzia delle dogane e dei Monopoli al porto, in collaborazione con la Guardia di Finanza, quotidianamente impegnati nei controlli dei flussi merce in import ed export. In particolare, da accertamenti è emerso che si tratta di un tipo di miscela artificiale e, nello specifico, di gas fluorurati a effetto serra, prodotti in laboratorio dall’americana “The Chemours Company”. Il riscontro sull’effettiva titolarità americana dell’eco-brevetto, ha permesso di appurare l’effettiva violazione del diritto di proprietà intellettuale per la realizzazione della particolare miscelazione di gas importata in Italia. Il rappresentante legale dell’importatrice marsalese è indagato per contraffazione e ricettazione.

Rispondi