I volti, i progetti di funzionari e dirigenti che stanno attuando la
rivoluzione digitale nella pubblica amministrazione, nell’ottica degli
obiettivi del PNRR. Nella rosa dei 149 innovatori italiani, redatta da
FPA, società del gruppo Digital360; c’è anche Davide D’Amico, socio e
componente dell’associazione Aidr. Dirigente del Miur, con una lunga
esperienza nella digital trasformation della PA, l’ingegner D’Amico è
tra i protagonisti dell’Almanacco realizzato da Gianni Dominici,
Direttore generale di FPA, che è stato presentato ieri nel corso
dell’incontro online in diretta su www.forumpa.it. Digitalizzazione,
accessibilità dei contenuti, smart working, formazione, didattica,
sostenibilità, i temi affrontati nell’Almanacco, con uno sguardo a
lungo termine su come la pubblica amministrazione ci accinge ad
accogliere la sfida di innovazione e sostenibilità presentata dal
PNRR. “L’approccio centrale del cambiamento – così come ha
sottolineato nel suo contributo Davide D’Amico – sta nell’integrare le
potenzialità del digitale, con il nuovo modello socioeconomico che si
va delineando – sottolinea in una nota l’associazione Aidr. La
pandemia ha evidenziato quanto le nuove tecnologie possano essere
risolutive nei contesti lavorativi e della sfera quotidiana. La
formazione diventa però elemento imprescindibile, affinché si possano
governare i processi tecnologici con spirito critico. Per questo
diventeranno basilari, non soltanto le hard skills, ma le soft skills.
L’Almanacco di FPA – continua ancora Aidr, va in questa direzione.
Evidenziando nel nuovo modello che si va costituendo nella PA, le idee
e le esperienze raccolte sul campo. Ringraziamo Gianni Dominici ed
FPA, per la straordinaria opportunità, di aver potuto contribuire a
scrivere questo nuovo capitolo della pubblica amministrazione,
attraverso il prezioso supporto del nostro socio Davide D’Amico.”

Rispondi