Le attività di un panificio a Palermo sarebbero state una copertura per il traffico illegale di sostanze stupefacenti. Ecco perché è stato disposto un sequestro a carico delle proprietà di Paolo Di Maggio, Paolo Dragotto e Michele Spartico, titolari di un panificio in via Brunelleschi. L’azienda è stata sequestrata insieme a due beni immobili, tre motocicli, due autovetture, otto conti correnti bancari e un libretto di risparmio, per un valore di circa un milione di euro. Le indagini della Squadra Mobile di Palermo, coordinate dalla Procura, hanno rilevato la pericolosità dei tre, che avrebbero distribuito quantità di hashish, marijuana e cocaina, acquistate in Campania, lungo l’asse Palermo-Trapani tra il 2016 e il 2019. Determinanti sono state le indagini patrimoniali condotte dalla Divisione Anticrimine della Questura che hanno accertato un flusso incostante di entrate e uscite.

Rispondi