Non solo limitazioni

Il Governo ha in mente di eliminare il sistema dei colori, considerato ormai obsoleto visto che la maggior parte degli italiani è già coperto dal vaccino.Le regole saranno semplificate e, secondo le ultime indiscrezioni, saranno eliminate le zone arancioni e gialle. Dovrebbe restare solo la fascia rossa che sarà molto difficile da raggiungere visto che l’emergenza sanitaria è nella sua fase calante. Tra gli altri provvedimenti allo studio c’è anche la proroga all’obbligo di mascherina anche negli spazi all’aperto. Resta poi il nodo scuola tra norme troppo complesse e intrecci normativi farraginosi.

Green pass durerà 6 mesi

Dl primo febbraio il certificato verde che si ottiene col vaccino o col l’avvenuta guarigione dal Covid19, sarà ridotto a 6 mesi. Allo studio del Governo c’è però la possibilità di renderlo infinito per chi ha già ricevuto la terza dose. Sempre dal primo giorno di febbraio sarà necessario presentare il green pass base, ottenibile anche solo con un tampone negativo, per entrare nei principali uffici e attività, poste, banca e librerie comprese. Le attività che prevedono la vendita di beni essenziali non saranno obbligate a chiedere il certificato.

Arrivano le sanzioni

L’Agenzia delle Entrate starebbe già elencando i cittadini no vax. In Sicilia ammonterebbero a circa 120 mila le persone nel mirino del Fisco. In tutta Italia sono circa un milione e mezzo le persone che dovranno pagare una sanzione una tantum di 100 euro, come deciso dal decreto che ha imposto l’obbligo vaccinale per quella fascia d’età.

blogsiiclia

Rispondi