“Un gran numero di Comuni della Sicilia rischiano di scomparire a causa delle loro caratteristiche geomorfologiche ma soprattutto a causa di una gravissima carenza di infrastrutture urbane. Nell’ultimo decennio, in particolare nelle zone montane, abbiamo assistito all’avvio di un processo di desertificazione demografica e di abbandono che ci auguriamo non sia irreversibile.

Incentivare la ripartenza economica e sociale di questi centri è dovere di tutti e favorire, con i finanziamenti adeguati, la nascita di Zone Franche Montane è diventato ormai improrogabile”. Ha dichiarato Leoluca Orlando, presidente di ANCI Sicilia.

“Per arginare l’esodo demografico di interi territori della nostra Isola e per innescare un’auspicabile inversione di tendenza – continua Orlando – é necessario intervenire con provvedimenti e fondi adeguati a compensare gli svantaggi strutturali derivanti dalla condizione di insularità”.

“Salvare l’identità culturale di questi luoghi – conclude Orlando – è un atto dovuto alle nuove generazioni, non sprecare un’occasione unica e irripetibile un dovere di tutti”.

Rispondi