In Italia, come ha reso noto ieri il ministro alla Salute, Roberto Speranza, il 91% della popolazione ha ricevuto la prima dose del vaccino anticovid. Dunque il 9% ancora no. E in tale 9% ad Agrigento vi è una mano, probabilmente sempre la stessa date le modalità, che ritiene cosa buona e giusta esprimere la propria legittima e insindacabile contrarietà al vaccino imbrattando di scritte rosse diverse parti della città. Adesso è accaduto ancora una volta innanzi alla scuola “Anna Frank”, e al plesso “Carpi”, la sede distaccata che ospita le classi primarie, nella zona del Quadrivio Spinasanta. Le frasi e i simboli utilizzati sono sempre gli stessi: “Il vax uccide”, “No al razzismo sanitario”, “Tutelate i vostri bambini”.

Rispondi