L’Ufficio legale dell’Azienda Tua srl Trasporti urbani Agrigento interviene in replica a quanto recentemente dichiarato da coordinatore provinciale del movimento “Servire Agrigento”, Raoul Passarello, secondo il quale, tra l’altro, la rete di punti vendita dove acquistare i biglietti della Tua è carente. La Tua smentisce e controbatte: “La rete di punti vendita della Tua è tutt’altro che scarsa. Lo dimostra il fatto che le vendite a terra rappresentano, come dimostrano i dati contabili degli ultimi 4 anni, il 90% del totale. Come stabilito dal decreto dell’Assessorato regionale dei Trasporti del 2013, non sussiste alcun obbligo di prevedere una validità minima di 90 minuti per il biglietto e, quindi, nessuna norma è mai stata violata. Peraltro i prezzi dei biglietti sono sempre determinati dai decreti assessoriali ai quali l’Azienda si è sempre attenuta. Siamo sempre disponibili, nella massima lealtà a trasparenza, a dialogare con l’Amministrazione agrigentina sui rilevanti temi del trasporto pubblico e del turismo, confidando nel fatto che il confronto sia sempre costruttivo”.

E a fronte della replica della Tua, il coordinatore provinciale del movimento “Servire Agrigento”, Raoul Passarello, precisa: “Vero è che il decreto assessoriale del 2013 non prevede alcun obbligo circa la validità minima di 90 minuti per il biglietto. Ma è anche vero che la tariffa minima da applicare comunque deve essere per tipologia biglietto a corsa semplice, e il tempo di validità 90 minuti lo troviamo nel contratto di affidamento del servizio stipulato il 2 ottobre del 2008 tra il Comune di Agrigento e l’Azienda – a tutt’oggi in essere – che all’articolo 8 recepisce la determina sindacale numero 162 del 30 settembre 2008, dove viene espressamente specificato”.

Rispondi