A Licata lo scorso 29 luglio è stato arrestato ai domiciliari, e con braccialetto elettronico, il consigliere comunale di 49 anni, Gaetano Aronica, dopo essere stato denunciato dai Carabinieri per tentato omicidio allorchè, come testimoniato dalla video-sorveglianza, il precedente 28 luglio ha sparato quattro colpi di pistola contro un suo socio di 71 anni, Giuseppe Caico, per un contenzioso insorto nella gestione di un’attività di onoranze funebri. Solo un proiettile ha raggiunto l’anziano ferendolo ad un braccio, con 20 giorni di prognosi. Ebbene, adesso, su disposizione del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento, i poliziotti del Commissariato di Licata hanno trasferito in carcere Aronica perché, nonostante fosse ancora ristretto ai domiciliari, si è allontanato dalla sua abitazione per recarsi a casa dell’ex moglie e minacciarla di morte.

Rispondi