La Sicilia torna laboratorio politico d’Italia fra campo largo in salsa locale e accordi trasversali. ma la vera novità è sempre la ricerca di un nuovo Grande Centro

La Sicilia osservata speciale, da sempre specchio della politica italiana. Sull’isola si va sempre più concretizzando l’idea di un Grande Centro con una coalizione di centrodestra sempre più spaccata e la Lega in bilico tra estrema destra o centro-destra. L’auto candidatura di Gianfranco Miccichè ha rotto gli equilibri, all’indomani dell’annunciato sostegno della Meloni al presidente della Regione e ricandidato Nello Musumeci. Intanto dagli alti ranghi di Forza Italia, Berlusconi in primis, tutto tace ma non arrivano né conferme e nemmeno smentite alla candidatura del presidente dell’Ars.

Intanto però il Grande centro prende forma, un fatto che potrebbe dare vita a un fenomeno nazionale partendo dalla Sicilia. Totò Cuffaro, però, smentisce le ultime notizie che lo riguardano.  “Le notizie diffuse sono assolutamente infondate” dice il Commissario regionale della DC Nuova, Salvatore Cuffaro, in merito ad un articolo secondo cui non vorrebbe Nello Musumeci alla guida della Regione Siciliana. “Non ho mai dichiarato ciò che viene riportato sul presidente della Regione Nello Musumeci e non ho mai affermato di voler fare accordi con il Pd e il M5S”.

blogsicilia

Rispondi