Ad Agrigento, nella camera mortuaria dell’ospedale “San Giovanni di Dio”, è stata eseguita l’autopsia su Calogero Saito, 65 anni, l’imprenditore ucciso a Palma di Montechiaro lo scorso 10 febbraio dal reo confesso Angelo Incardona, 44 anni. Ebbene, sono stati sparati almeno 10 colpi, tutti alla testa tranne uno che ha colpito un braccio. L’esame è stato eseguito dal medico legale Cataldo Raffino, incaricato dal pubblico ministero Maria Barbara Grazia Cifalinò, titolare dell’inchiesta che tende ancora a risalire al movente del delitto, non proprio compiutamente spiegato da Incardona.

Rispondi