Gian Joseph Morici. – E questa volta non sono io a dirlo… Calcara non era un “uomo d’onore” e adesso dovrebbe veramente pentirsi e raccontare come stanno davvero le cose… Ben due magistrati (Il Dott. Paci e il Dott. Russo) hanno avanzato seri dubbi in merito al fatto che le narrazioni (spesso frutto d’invenzione) da parte del Calcara, non fossero farina del suo sacco, bensì che si trattasse di uno pseudo pentito eterodiretto… Da chi, e perchè? Chi è l’uomo che distolse le attenzioni degli investigatori da Matteo Messina Denaro mentre organizzava le stragi del ’92? Chi era, o erano, gli eventuali suggeritori occulti? Cosa, o chi, si nasconde dietro i depistaggi operati da Calcara? Soltanto partendo dal dare la risposta a queste domande, potremo capire cosa accadde in quegli anni… ma forse sta proprio in questo il nocciolo della questione… Calcara, nonostante le sentenze che già venti anni fa ne avevano sancito la totale inattendibilità, fino a qualche anno fa era ancora utilizzato come teste o comunque di lui ne venivano ancora utilizzate le propalazioni… Perchè?

Rispondi