La Procura di Sciacca ha chiesto la condanna dei 5 imputati di omicidio colposo a seguito dell’incidente sul lavoro mortale che il 6 febbraio del 2013, in una cava di Villafranca Sicula, coinvolse l’operaio Mario Cardinale, 59 anni, di Bivona. Due anni e 6 mesi per Alfonsina Marretta, 47 anni, di Ribera, legale rappresentante dell’impresa a lavoro, poi 3 anni e 6 mesi per Giovanni Sola, 49 anni, di Ribera, amministratore di fatto dell’impresa, 4 anni e 8 mesi per Salvatore Castiglione, 39 anni, di Caltanissetta, responsabile del servizio di prevenzione della cava, Salvatore Gelsomino, 79 anni, di Caltanissetta, direttore tecnico dei lavori, e Giuseppe Infantino, 63 anni, di Casteltermini, dipendente del distretto minerario di Caltanissetta. Secondo la Procura le operazioni di scavo erano distanti dal punto inizialmente autorizzato, e si svolgevano con modalità non previste scavando dal basso verso l’alto. L’operaio Cardinale, al lavoro con un martello pneumatico, fu travolto da una frana. La famiglia si è costituita parte civile.

Rispondi