La Cassazione ha confermato la condanna a 7 anni e 6 mesi di carcere inflitta prima dal Tribunale di Sciacca e poi dalla Corte d’Appello di Palermo ad un anziano di 83 anni di Gibellina, in provincia di Trapani, imputato di violenza sessuale a danno di una nipote, all’epoca della commissione del reato, nel luglio 2018, di 7 anni. Lui è il nonno materno della vittima. La figlia e il genero dell’imputato si sono costituiti parte civile tramite l’avvocato Calogera Falco, del foro di Marsala. Le violenze sono avvenute nell’abitazione dell’ottantenne, a Gibellina.

Rispondi