Oltre alla magica Scala dei Turchi in Sicilia, si può visitare in un giorno questo luogo legato alle stelle

La nostra meravigliosa Italia racchiude tesori inestimabili e ammirati da visitatori di tutto il Mondo. Dal paesino alla grande città, dalle coste alle montagne e ai laghi, sono davvero tanti i luoghi tra cui scegliere per una vacanza di relax ma anche di cultura. Ogni Regione italiana offre tantissime attrattive, più o meno famose. In una, la Sicilia, il territorio può soddisfare tanti tipi di turismo. Si può andare in quell’isola d’estate per una vacanza al mare e d’inverno per gli impianti sciistici. Non mancano posti dove fare trekking, tante città antiche dove ammirare chiese, santuari, palazzi storici e opere d’arte di varie epoche. Per non parlare dei reperti archeologici e dei templi dorici.

Proprio in provincia di Agrigento, famosa per la Valle dei Templi e la casa natale di Luigi Pirandello, molti sono i visitatori che si recano anche vicino Realmonte. Qui, infatti, si staglia sul mare un costone di marna bianca, la cosiddetta Scala dei Turchi. Vista dall’alto in estate è di una bellezza quasi abbagliante, facendo da contrasto col mare azzurro. Nell’entroterra agrigentino, però, si possono scoprire tante altre meraviglie.

Oltre alla magica Scala dei Turchi in Sicilia, si può visitare in un giorno questo luogo legato alle stelle

A circa 70 km dal capoluogo e a 732 metri sul livello del mare si trova Santo Stefano Quisquina. Nel Medioevo fu governato da varie famiglie, pure dai Sinibaldi, parenti di Santa Rosalia, e dai Ventimiglia. Tra i luoghi d’interesse abbiamo il palazzo baronale (detto Castello) del 1745, e la fontana del XVIII secolo. Poco distante dal centro abitato si possono visitare la Chiesa di San Calogero e l’Eremo di Santa Rosalia, in cui si trova la grotta dove trovò rifugio la santa. Una costruzione moderna, invece, è il Teatro Andromeda. A quasi 1000 metri di altitudine, da questo posto si può godere di tre tipi di spettacoli: la natura, il cielo, rappresentazioni artistiche di vario genere.

Costruito da Lorenzo Reina, il teatro ha 108 posti a sedere. Sono in pratica dei blocchi di pietra la cui disposizione rispecchia la costellazione di Andromeda. Sembrerebbe essere il teatro in pietra all’aperto più alto al Mondo. In concomitanza del solstizio d’estate la luce del sole crea ombre suggestive attraverso un disco posto in alto alle spalle del palco circolare. Durante l’anno vengono organizzati alcuni eventi, come quello legato all’equinozio di primavera. Oltre alla magica Scala dei Turchi in un giorno si potrebbe visitare anche questo teatro.

Rispondi