“Mi accusano di aver creato un sistema”, si difende adesso Silvana Saguto: “Sì, è vero c’era un sistema attorno alla sezione Misure di prevenzione. Un normalissimo sistema che ha consentito di gestire i beni sequestrati “.

A quale sistema fa riferimento?

“Gli amministratori giudiziari non li ho scelti fra i miei amici. E miei amici non erano le persone chiamate a sostituire i fedelissimi dei boss cacciati dopo i sequestri: i nomi di persone valide li abbiamo chiesti ad associazioni antimafia come Libera, Addiopizzo, li abbiamo chiesti ai parroci. Per essere più tranquilli. Segnalazioni sono arrivate da tutte le parti, anche da colleghi magistrati”.

Non regge: Libera aveva le mani molto in pasta con le amministrazioni giudiziarie.

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2015/10/16/news/silvana_saguto_le_associazioni_antimafia_mi_suggerivano_i_nomi_-125395143/

Rispondi