Ad Agrigento la Polizia ha appreso, da una telefonata al 112, che un ragazzo di 18 anni sarebbe stato prossimo al suicidio per delusioni sentimentali. I poliziotti hanno contattato i genitori: “Nostro figlio è a scuola, lo abbiamo accompagnato noi”. I poliziotti hanno verificato: non è entrato a scuola. E’ stato attivato il sistema di tracciabilità telefonica. E gli agenti hanno individuato la zona in cui il giovane si trovava grazie ad una foto da lui pubblicata sul proprio status di WhatsApp. I poliziotti si sono recati subito sul posto, hanno intrapreso un dialogo con il ragazzo, e lo hanno persuaso a rientrare a casa dai genitori.

Rispondi