Come già pubblicato, l’associazione ambientalista MareAmico di Agrigento, coordinata da Claudio Lombardo, ha scoperto un notevole sversamento fognario nel fiume Akragas, e poi nel mare di San Leone. L’Arpa e la Capitaneria sono intervenute e, utilizzando un tracciante chimico, hanno accertato che la causa è uno scolmatore di piena posto sulla via Emporium, dal quale le fogne, invece che verso il depuratore di Sant’Anna, si scaricano in mare, senza alcuna depurazione. Si tratta di una condotta gestita dal gestore del servizio idrico e fognario, ma l’Aica si è dichiarata estranea. Pertanto Mareamico e l’Associazione Konsumer sollecitano l’Aica a spiegare ciò che accade, perché è inaccettabile che vi siano sversamenti incontrollati di tale entità, senza che il gestore se ne avveda e provveda tempestivamente ai sensi di legge.

Rispondi