Ad Agrigento, a San Leone, lungo Viale delle Dune, come segnalato e documentato in foto e video dall’associazione ambientalista MareAmico, due mezzi pesanti, approfittando delle tenebre, hanno spianato abusivamente un ampio tratto di spiaggia. Il coordinatore di MareAmico, Claudio Lombardo, afferma: “Hanno abbattuto alberi, distrutto le dune, fatto sparire tutte le specie vegetali che trattengono le sabbie ed hanno creato uno spazio libero, sicuramente per realizzare qualcosa di illegale. Tutto questo è accaduto a distanza di pochi giorni dall’approvazione del PUDM, il Piano di utilizzo del denaro marittimo, da parte del Comune di Agrigento, che per quella zona non prevede l’insediamento di alcun chiosco perché si tratta di una spiaggia delicata ed aggredita dall’erosione. Proprio in quella zona negli ultimi anni il mare ha aggredito e distrutto ben cinque chioschi. Non appena si è appresa la notizia e dopo aver documentato tutto abbiamo presentato un esposto alla Capitaneria di porto, al Demanio marittimo, al Comune di Agrigento e ai Carabinieri” – conclude Lombardo. Immediata è stata la reazione del sindaco, Franco Miccichè, che dichiara: “Sono indignato, stupito, amareggiato. Ho telefonato alla dottoressa Olimpia Campo, responsabile del Demanio Marittimo per le province di Agrigento e Caltanissetta, per saperne di più, per sapere se fossero stati lavori autorizzati dai suoi uffici. Non ne sapeva nulla, mi ha detto che adotterà i provvedimenti consequenziali. Ringrazio Claudio Lombardo di MareAmico, sempre presente e collaborativo”.

Rispondi