‘Libero futuro’ sotto i colpi delle interdittive prefettizie sbagliate.

Enrico Colajanni, figlio del ‘comandante Barbato’, racconta l’Antimafia

Enrico Colajanni, fondatore e presidente di ‘Libero Futuro’, ospite della rubrica Fatti&Opinioni – nella puntata in onda ieri alle 20.30, con replica alle 23.30 e oggi alle 14.30 – parla dello stato di salute dell’Antimafia sociale, alla luce delle drammatiche esperienze vissute sulla propria pelle negli anni in cui erano forti i cosiddetti ‘Sistemi’ Saguto e Montante.

Rispondendo alle domande di Angelo Di Natale, Colajanni (cognome eccellente: suo padre è Pompeo, il mitico comandante ‘Barbato’ protagonista della resistenza partigiana; suo zio, cugino del padre, è l’economista Napoleone Colajanni; suo bisnonno è Pompeo Colajanni senior, precursore e artefice dell’assicurazione obbligatoria per gli infortuni sul lavoro; suo prozio Napoleone Colajanni senior fondatore del Partito repubblicano italiano) racconta le battaglie fino ad un mese di sciopero della fame contro le interdittive antimafia emesse in direzione sbagliata dando un duro colpo ad un vastissimo impegno di denuncia contro la vera mafia.

‘Fatti&Opinioni’, rubrica d’informazione e d’approfondimento di ‘In Sicilia Tv’ (emittente a diffusione regionale, visibile sul canale 617 del digitale terrestre), a cura della testata giornalistica ‘In Sicilia Report’ diretta da Angelo Di Natale, va in onda ogni sera alle 20.30, con replica alle 23.30 e, il giorno dopo, alle 14.30.

https://fb.watch/bODd7UoSGu/

Rispondi