Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Messina ha disposto l’avvio delle indagini sulla morte della professoressa Augusta Turiaco, deceduta il 30 marzo del 2021 dopo la somministrazione di una dose del vaccino AstraZeneca. Il giudice nell’ordinanza scrive: “Non può escludersi che una qualche negligenza, imprudenza o imperizia (esclusa ovviamente ogni possibile imputazione a titolo di dolo) sia stata commessa o sia commessa per esempio violando le procedure e le norme cautelari da esse imposte o, più in generale, omettendo di rilevare criticità che avrebbero potuto e dovuto essere rilevate, in particolare, dal produttore del farmaco e comunicate agli utenti al fine della migliore prevenzione dei pur limitati effetti collaterali”.

Rispondi