Ribaltando la sentenza di condanna a 2 anni di reclusione per peculato emessa dal Tribunale di Agrigento a conclusione del giudizio abbreviato, la Corte d’Appello di Palermo ha assolto, con la formula “perché il fatto non sussiste”, il dentista di Aragona Giovanni Moncada, 67 anni. Lui è stato imputato per avere effettuato delle visite odontoiatriche senza versare parte dei compensi all’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento in regime di “intramoenia allargata”, appropriandosi di 1600 euro.

Rispondi