In attesa di valutare se ricorrere in appello, l’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha disposto il pagamento di 86mila euro come risarcimento danni patrimoniali e non patrimoniali ai genitori di una minorenne, all’epoca, alla quale, nel novembre del 2012 i medici dell’ospedale di Agrigento hanno asportato l’utero dopo il parto e a seguito di un’emorragia. Il Tribunale di Agrigento ha ritenuto tale intervento frutto di una condotta clinica errata da parte dei medici.

Rispondi