Tornano dal nord d’Italia dove risiedono per formalizzare la successione dell’abitazione lasciata dai genitori in eredità, e la trovano occupata abusivamente. All’interno due tunisini ventenni, uno dei quali, è risultato essere l’immigrato che lo scorso 12 marzo era fuggito dal reparto Covid dell’ospedale “San Giovanni di Dio”, calandosi dalla finestra con delle lenzuola annodate che, nel frattempo, si è negativizzato.

I due tunisini sono stati denunciati, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica, per occupazione abusiva. A fare l’amara scoperta della casa, nel centro storico di Agrigento, occupata abusivamente sono stati tre fratelli agrigentini, tutti residenti in Piemonte. Dopo la segnalazione al 112, sul posto sono intervenuti i poliziotti della sezione Volanti della Questura.
Gli agenti hanno identificato i due occupanti, e da lì a poco, individuato il giovane paziente, che era riuscito a scappare dall’ospedale, dove era stato ricoverato perché stava male a causa del Covid-19.

Rispondi