In esecuzione di quanto disposto dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo, i poliziotti del Commissariato di Licata hanno notificato tre misure cautelari di detenzione domiciliare ed una della libertà controllata a carico di quattro licatesi. Il primo è un uomo di 40 anni, pluri-pregiudicato, che sconterà la pena residua di 2 anni e 10 mesi per lesioni personali, danneggiamento e maltrattamenti in famiglia. Il secondo è un uomo di 30 anni, pregiudicato, che sconterà 6 mesi falsità ideologica commessa dal privato. La terza è una donna di 30 anni con pregiudizi penali, che sconterà 1 mese e 20 giorni per costruzione edilizia abusiva. Ultimo, in libertà controllata, è un uomo di 50 anni responsabile di violazione degli obblighi di assistenza familiari.

Rispondi