Il magistrato agrigentino, originario di Cammarata, Marcello Viola, è il nuovo procuratore di Milano, votato dal plenum del Csm a maggioranza. L’attuale procuratore generale di Firenze ha ottenuto 13 voti, contro i 3 per il procuratore di Bologna, Giuseppe Amato, e i 6 per il procuratore aggiunto di Milano, Maurizio Romanelli. Marcello Viola si insedierà al posto di Francesco Greco, in pensione dallo scorso novembre. Viola è in magistratura dal 1981. E’ stato pubblico ministero a Palermo, poi procuratore a Trapani, fino ad approdare alla procura generale di Firenze, che ha diretto dal 2016.

Rispondi