Al mattino di oggi, a Porto Empedocle, l’imprenditore nel settore delle fonti di energia rinnovabili, Salvatore Moncada, è salito per protesta sul tetto di uno dei suoi capannoni industriali. L’iniziativa è scaturita a seguito di alcune perquisizioni effettuate tre giorni addietro dalla Guardia di Finanza su delega della Procura di Agrigento nell’ambito di indagini al momento coperte dal segreto investigativo. Sul posto sono intervenuti per ovvie ragioni di sicurezza Vigili del fuoco, Polizia e Carabinieri. Salvatore Moncada poco meno di due mesi addietro ha presentato un esposto al ministero della Giustizia, al Csm, il Consiglio superiore della Magistratura, al presidente della Repubblica Mattarella, e alla Procura di Caltanissetta per contestazioni di carattere giudiziario che gli sono rivolte e che, a suo avviso, sono prive di fondamento. Da parte della Procura di Agrigento – è trapelato – vi è massima disponibilità ad incontrare, previo appuntamento, l’imprenditore Moncada, che potrà recarsi negli uffici della Procura da solo o, se è a conoscenza di essere indagato, e quindi quale avesse ricevuto un avviso di garanzia, insieme al suo legale, come secondo normativa.

Rispondi