Il Tribunale di Agrigento ha inflitto 1 anno e 6 mesi di reclusione a Jonathan Paino, 31 anni, imputato di incendio e ricettazione allorchè, insieme a Salvatore Camilleri, 25 anni, giudicato in altra sede, avrebbero appiccato il fuoco ad una matassa di cavi di gomma contenenti rame, e risultata rubata, in un boschetto della forestale. Paino ha subito delle ustioni, e dei passanti hanno segnalato la sua presenza sofferente nei pressi del tempio di Giunone, dove poi è stato trovato dai poliziotti insieme a Camilleri che lo aiutava. Gli agenti poi hanno scoperto l’incendio, che avvolse anche alcuni alberi e vegetazione. E ovviamente hanno collegato i due avvenimenti. I due hanno confessato: “Volevamo rubare il rubare i cavi di rame estraendoli dalla matassa, e l’abbiamo bruciata con della benzina per riuscire a farlo. Poi ci è sfuggito il controllo delle fiamme”.

Rispondi