Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Micaela Raimondo, ha rinviato a giudizio 5 imputati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, per avere, dietro pagamento di denaro, reso a disposizione degli stranieri, giunti clandestinamente in Italia, documenti, biglietti di viaggio e abitazioni affinchè emergesse come legale la loro presenza in Italia, occupandosi poi del loro trasferimento in altre parti d’Europa. Si tratta dei tunisini Nazha Achibi, 56 anni, Sadok Fathallah, 62 anni, Mohamed Ahmed Mansour, 30 anni, ed El Aid Ben Mohamed, 44 anni. E poi Mario Caruana, 38 anni, di Porto Empedocle.

Rispondi