Corsa a sindaco e regionali senza pace nel centrodestra. La trattativa riprende a distanza ma sembra un discorso fra sordi fatto a mezzo stampa

“Abbiamo chiuso su Catanzaro, stiamo lavorando per Parma, per Viterbo, per la Sicilia. Mi piacerebbe una soluzione unitaria su Palermo”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini parlando delle prossime elezioni amministrative.

“Ci sono le elezioni comunali a metà giugno e poi le regionali a novembre e marzo. Io direi chiudiamo con coalizioni compatte le elezioni del 12 giugno e poi ragioniamo di tutto il resto. Una cosa per volta”. Così’ il leader della Lega, Matteo Salvini rispondendo a una domanda sulla richiesta di Fratelli d’Italia di discutere, contemporaneamente e subito, delle regionali in Sicilia previste in autunno per cui il partito di Giorgia Meloni insiste a ‘blindare’ la ricandidatura del governatore Nello Musumeci e di conseguenza sbloccare il nodo sui candidati sindaco a Palermo. Quindi ha ribadito: “Iniziamo a trovare candidati unitari. Oggi FdI va da sola in diverse città: a Parma, Viterbo, Catanzaro, Jesolo, Palermo. Scegliamo l’unità del centrodestra, vinciamo le comunali e dal giorno dopo chiudiamo tutte le regionali che ci sono nel 2023”.

l’incontro di vertice tra Berlusconi, Salvini e Meloni che, almeno nelle intenzioni manifestate, avrebbe già dovuto tenersi e che anche oggi noi di Fdi abbiamo cercato di fissare anche eventualmente on line. Fratelli d’Italia ha informato che da venerdì a domenica terrà a Milano una impegnativa Assemblea Nazionale programmatica e che la nostra realtà territoriale siciliana insiste per una immediata decisione non più procrastinabile dopo gli annunci a Messina e Palermo degli altri partiti di centro destra. Abbiamo fatto presente questa inderogabile esigenza politico-logistica agli alleati perché risulti chiara la nostra volontà di tenere unito il Centrodestra. Ci aspettiamo eguale volontà da parte dei nostri alleati” fa sapere il vicepresidente del Senato Ignazio La Russa a chi gli chiede quando si terrà il vertice di centrodestra per sbloccare il nodo delle candidature in Sicilia.

La Russa è delegato dalla meloni di Fratelli d’Italia per le trattative nell’Isola e dunque l’apertura è significativa

blogsicilia

Rispondi