Il tribunale del riesame ha revocato gli arresti domiciliari nei confronti di Eliana Gulotta, medico in servizio all’ospedale Civico.

La dottoressa, difesa dall’avvocato Monica Genovese, insieme al padre Gaspare Gulotta era finita nell’inchiesta dei carabinieri del Nas sui concorsi che sarebbero stati truccati alla facoltà di medicina del Policlinico di Palermo.I

i giudici hanno revocato anche l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per il fratello della dottoressa, Leonardo Gulotta, difeso dagli avvocati Genovese e Giovanni Cascioferro. Per i due fratelli resta l’interdizione per un anno dai pubblici uffici.

Anche il professore Gulotta ha fatto ricorso al riesame, ma non si conosce ancora l’esito.

Hanno risposto alle domande del gip Donata Di Sarno, respingendo le accuse gli indagati dell’operazione dei carabinieri che ha portato a due arresti e a 11 interdizione dai pubblici uffici per i casi dei presunti concorsi truccati al Policlinico di Palermo per i posti di professore universitario e di ricercatori.

L’ex professore Gaspare Gulotta, arrestato venerdì scorso, assieme ai suoi figli Eliana, chirurgo al Civico, anche lei finita ai domiciliari, e Leonardo, medico pure lui, interdetto per un anno dai pubblici uffici, sono stati interrogati ieri. Gli interrogatori si sono conclusi a tarda notte. Gulotta è difeso dagli avvocati Mario Bellavista e Giovanni Cascioferro. I figli Eliana e Leonardo sono difesi dagli avvocati Cascioferro e Monica Genovese.

Rispondi