Ridotta la condanna da 22 anni, a 15 anni e 6 mesi di reclusione, a carico di Vincenzo Galiano, il pensionato 81enne, di Favara, accusato dell’omicidio premeditato di Baldassare Contrino, ucciso a 73 anni il 2 luglio del 2018, a colpi di pistola. La sentenza è stata emessa dai giudici della Corte di Appello di Palermo che, hanno rimodulato la pena dopo avere escluso le aggravanti della premeditazione, e dei futili motivi.

L’accusa aveva chiesto di fatto la conferma della sentenza di primo grado del Tribunale di Agrigento. L’omicidio è avvenuto, il 2 luglio del 2018, in via Felice da Sambuca, una stradina di contrada “Caltafaraci”, nel rione di Favara Ovest. Il movente sarebbe riconducibile ad alcuni attriti di carattere personale, sfociati un paio di volte anche in episodi di violenza.

Rispondi