Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Caltanissetta, Valentina Balbo, ha disposto il giudizio immediato a carico dell’avvocato agrigentino, Giuseppe Arnone, imputato di calunnia a danno degli ex procuratori di Agrigento Renato Di Natale e Luigi Patronaggio, dell’ex Aggiunto Ignazio Fonzo e dell’attuale procuratore reggente Salvatore Vella. Arnone, in una istanza di avocazione indirizzata, nel febbraio del 2020, alla Procura Generale di Palermo, scrisse: “Sui ritardi e le omissioni nel promuovere l’azione penale in ordine a pacifici reati di abuso di ufficio e concessioni edilizie illecite, hanno inculcato al Comune di Agrigento una sostanziale convinzione di impunità con gravissimi danni per il territorio”. Arnone sottolineò inoltre uno stato di diffusa illegalità all’interno della Procura di Agrigento. Prima udienza il 7 novembre.

Rispondi