Innanzi al Tribunale di Caltanissetta si è svolta un’altra udienza del processo a carico di 14 imputati nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Sistema Montante Bis”, tra esponenti politici e di sottogoverno, ex assessori regionali, imprenditori e rappresentanti delle forze dell’ordine. Si tratta del troncone politico delle indagini sul “Sistema” da cui, tra l’altro, è emerso che l’ex presidente di ConfIndustria Sicilia, Antonello Montante, avrebbe manovrato, assecondando i propri interessi, parte dell’allora governo regionale presieduto da Rosario Crocetta. Ebbene, tra gli altri, ha proposto la costituzione in giudizio come Parte civile l’Irsap, l’Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive, peraltro già presieduto da Alfonso Cicero, testimone chiave dell’inchiesta, già parte offesa e parte civile. L’Irsap ha rivolto la propria costituzione in giudizio verso gli imputati Antonello Montante, Maria Grazia Brandara, ex commissario dell’Irsap, e Mariella Lo Bello, ex assessore regionale, e gli altri imputati ai quali è contestato il reato di associazione per delinquere. A proporre l’Irsap come parte civile è stato il commissario ad acta Giovanni Perino. L’incarico è stato affidato all’avvocato Pierluigi Zoda, presidente dell’Ordine degli avvocati del foro di Caltanissetta.

Rispondi