Sono diversi gli avvisi di garanzia emessi dalla Procura di Palermo e notificati, non solo a indagati agrigentini, dai Carabinieri della Compagnia di Partinico che martedì scorso hanno acquisito documenti e supporti informatici al Municipio di Agrigento, nell’ufficio del dirigente del Distretto socio – sanitario D1, di cui Agrigento è capofila. Trapela, senza conferme ufficiali, che l’ipotesi di reato per la quale si procede è corruzione, e che l’inchiesta è stata avviata a seguito della denuncia di un’impresa che si ritiene danneggiata nell’ambito dell’espletamento di una gara d’appalto.

Nel frattempo, come già pubblicato, il sindaco Franco Miccichè ha ruotato gli incarichi dirigenziali. Antonio Insalaco, Affari generali e Affari legali e ad interim Servizi alla persona. Gaetano Di Giovanni, Patrimonio e Tributi. Giovanni Mantione, Servizi finanziari e ad interim Polizia locale. Gaetano Greco, Territorio e Sanità. Alberto Avenia, Lavori pubblici.

Rispondi