E’ stata disposta la confisca definitiva dei beni per 1 milione e 500mila euro a carico dell’imprenditore edile di Bagheria, Giuseppe Scaduto, conosciuto come “Pino” Scaduto, attualmente detenuto. Scaduto è stato reggente del mandamento mafioso di Bagheria, arrestato nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Perseo”. E’ stato condannato per associazione mafiosa ed estorsione, e anche per ricettazione, produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti. La confisca comprende capitale sociale e beni aziendali della società Rinascimento Hotel di Palermo, della società Scaduto Costruzioni di Bagheria, della società SCA.BI.OIL S.R.L. Unipersonale di Bagheria, della società Scaduto immobiliare di Bagheria, 2 appezzamenti di terreno a Palermo, 3 abitazioni a Bagheria, 2 fabbricati rurali a Palermo, 3 magazzini a Bagheria, e 10 rapporti bancari.

Rispondi