Lucianella Presta, Coordinatore regionale del PdF-Piemonte:“Il nostro governo stanzia centinaia di milioni in una folle politica belligerante e affama la nostra gente”
Lucianella Presta, impegnata con i militanti del PdF piemontese nelle campagne elettorali amministrative di ben 5 comuni, rilascia questa dichiarazione: “Insopportabile e criminale l’indifferenza cinica con cui il governo Draghi ignora e calpesta le esigenze degli italiani, in particolare di 29 milioni di famiglie, per lo più monoreddito, che reggevano il proprio bilancio su piccole imprese famigliari costrette a chiudere.
 La forza economica dell’Italia, come la forza morale degli italiani, poggia sulla centralità della Famiglia, che da anni è attaccata per sradicarla e distruggerla. Il Popolo della Famiglia è insorto da sei anni per arginare questa deriva economica e culturale. Ha un programma che con precise e concrete misure porrebbe le basi per una ripresa quanto mai urgente.
Gli ultimi anni, infatti, hanno evidenziato una precisa strategia che, come già in Grecia, vede le logiche della finanza prevaricare e pilotare la politica. Ma in Italia la resistenza si rafforza.
Il 10 giugno anche il PdF esibirà la “pentola vuota” espressione di un malcontento incontenibile che reagisce alla beffa demagogica di chi afferma solidarietà a popoli stranieri affamando il proprio. Basta ingannarci con la logica del “panem et circenses”. Ci avete tolto il pane ma non ci ingannate più nemmeno con le partite di calcio e le parate militari”.

Rispondi