Sono due gli indagati nell’ambito dell’inchiesta della Squadra Mobile di Caltanissetta su una raffica di furti d’automobili commessi nelle province di Caltanissetta e Agrigento. Si tratta di G S, sono le iniziali del nome, 34 anni, di Canicattì, già ristretto in carcere, al quale sono contestati tre furti, la ricettazione di un veicolo, e più cessioni di sostanze stupefacenti. E poi un altro di Racalmuto, di 35 anni, al quale è stato imposto l’obbligo di dimora nel Comune di residenza e di presentazione alla Polizia giudiziaria 5 volte alla settimana. Al racalmutese è contestato solo uno dei furti di auto.

Rispondi