L’assessorato regionale ai Servizi primari ha emesso una nuova direttiva con la quale – in attesa che il Tar, dopo la sospensiva, si pronunci nel merito di un ricorso – conferma che nella discarica pubblica di Gela potranno essere accolte fino a 950 tonnellate di rifiuti al giorno. L’assessore Daniela Baglieri afferma: “Ancora una volta siamo impegnati per scongiurare che mala-burocrazia, casualità, inerzia e calamità, causino l’ennesima crisi dei rifiuti in Sicilia. Spiace che il mio tempo debba essere destinato a ridimensionare problemi risolvibili nel settore dei rifiuti, sebbene qualcuno non mostri alcuna volontà di volerne venire a capo. Proprio per questo, a stretto giro, la Regione adotterà provvedimenti sostitutivi per cercare di risolvere anni di inerzia in merito al sistema dei rifiuti in Sicilia. Si deve comprendere che non è più tempo di incompetenze: dal marzo 2021, giorno del mio insediamento, senza sosta ho cercato di innescare un’inversione di tendenza, mettendo al centro gli interessi della comunità, la salute fisica ed economica dei cittadini. I siciliani non meritano queste emergenze cicliche che si ripetono stranamente a ridosso dell’estate”.

Rispondi