In occasione dell’interrogatorio di garanzia, innanzi al Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Palermo, non si sono avvalsi della facoltà di non rispondere Piero Polizzi e Agostino Sansone, arrestati per presunto voto di scambio politico – mafioso. In sintesi Polizzi, che nel frattempo ha ritirato la candidatura al Consiglio comunale, ha affermato: “Non esiste alcun patto elettorale illecito. La trascrizione dell’intercettazione non è del tutto fedele al contenuto della conversazione. La frase incriminata: ‘se sono potente io, siete potenti anche voi’, è stata solo un modo per millantare potere. E’ un mio modo di parlare. Con Sansone ci conosciamo e ci frequentiamo da molto tempo”.

Rispondi