Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Giuseppe Miceli, ha rinviato a giudizio 6 imputati di avere attribuito falsamente voti alle elezioni Amministrative del 31 maggio e primo giugno 2015 a Raffadali, al candidato sindaco Piero Giglione, e avrebbero annullato il voto al candidato sindaco Silvio Cuffaro, che poi vinse con uno scarto di appena 5 preferenze. Si tratta di cinque rappresentanti di lista: Pasquale Tuttolomondo, 66 anni, Veronica Ragusa, 31 anni, Francesco Curaba, 78 anni, Eleonora Bruno, 31 anni, Salvatore Pace, 48 anni, e il presidente di seggio della sezione numero 11, Salvatore Frenda, 58 anni. Contestato il reato di falso. Prima udienza il 5 ottobre.

Rispondi